Vacanze ad Hurgada sul mar Rosso

Hurgada è il centro del turismo balneare e degli amanti dell’immersioni nella costa occidentale. Si tratta di una località senza volto quattrocento kilometri a sud del Cairo con una raccolta poco attraente di edifici in cemento di recente data e numerosi piccoli hotel e ristoranti. In realtà la storia brilla per la sua assenza in questa parte dell’Egitto ma illuminano con la loro presenza le bellissime e lunghissime spiagge con sabbia fine ed i banchi corallini antistanti, raggiungibili anche dai non sub con barche dal fondo in vetro.

Così il grande turismo del Mar Rosso si svolge nelle spiagge a sud di Hurgada. Il Mar Rosso è una baia dell’Oceano indiano e in stridente contatto con il suo nome, questo splendido mare è in realtà blu scuro, variabile dall’azzurro ad un verde turchese nelle zone costiere. Forse il suo nome deriva da alcun tipo di alga che in alcuni punti colora di rosso l’acqua del mare dei faraoni. O forse gli antichi egizi lo chiamavano così perché il Mar Rosso nella loro lingua confinava con la Terra Rossa, cioè il deserto. Questa faccia del deserto è priva di vegetazione e si caratterizza dalle pianure dell’altopiano di Galala. Le origini del Mar Rosso risalgono a venti milioni di anni fa, quando si terminò la separazione della penisola araba dal continente africano orientale e la fossa affondò nelle acque affluenti dell’oceano. La maggiore città successiva a sud di Hurgada è Port Safaga, una città portuale che possiede al nord una spiaggeta e una scuola di sub, e un po’ fuori, in una graziosa baia con un blocco corallino, il ben curato villaggio turistico Touristcamp Sea Land Village. Tutta la zona che circonda Hurgada offre punti di grande interesse paesaggistico e bei fondi per fare immersioni, ma tranne a Quseir non vi è alcuna possibilità di pernottamento. La costa a nord di Hurgada fino a Suez, malgrado alcuni bei punti, è poco adatta a bagni ed immersioni, perché lungo il golfo vengono sfruttati i ricchi giacimenti di petrolio con trivellazioni sottomarine. Ma i dintorni di Hurgada oltre a fare felici gli appassionati del mare e del sub, possono dare la gioia agli amanti dell’arte mediante una visita ai conventi di S.Antonio e S.Paolo vicino al porto petrolifero di Ras Zafarana è certamente interessante. Questi due conventi sono sorti in mezzo alle montagne del deserto orientale laddove alla fine del III secolo d.C. Antonio e Paolo fecero il loro eremitaggio. Il primo è posto in un pittoresco giardino di palme ai piedi delle rocce con la grotta d’eremitaggio del santo. Il secondo, simile a una fortezza è un complesso, fondato nel V secolo sopra alla grotta e alla tomba del Santo, si trova ai piedi di una conca valliva.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress