Scopriamo il Giappone: Kamakura

Kamakura e’ situata sul mare a circa 50 Km a sud-ovest di Tokyo. Se progettate un viaggio a Tokyo, Kamakura e’ senz’altro una tappa obbligata. 170,000 abitanti, su una superficie di circa 40 km quadrati, 7 Km di costa. Magnifica flora, architettura e atmosfera.
K. si trova in un anfiteatro naturale, circondata da tre lati da montagne boscose e da un quarto lato dal Pacifico.

Per Kamakura prendete come riferimento lgli aeroporti di Tokyo. L’unica compagnia italiana che effettua la rotta è Alitalia voli. Non aspettatevi offerte lastminute o sconti durante questa fase della stagione. Ma, per chi si dirige nella capitale giapponese può diventare un’interessante alternativa di viaggio.

Per 150 anni circa – dal 1192 al 1333 dal primo shogunato di Yoritomo a quando le forze imperiali attraversarono i sette passi considerati insormontabili e fecero breccia nella citta’ – Kamakura fu la capitale politica e culturale del Giappone. Durante quegli anni furono costruiti numerosi templi e gli amministratori commissionarono notevoli lavori d’arte che sono sopravvissuti ai numerosi scontri e guerre del medioevo.
Solitamente il tour di Kamakura parte da Kamakura –eki (la stazione ferroviaria)ma oltre alla ferrovia principale, esiste anche una linea privata elettrica la bellissima Enoden (Enoshime Dentetsu) attiva dal 1902 e attraversa splendidi e suggestivi paesaggi tra Kamakura e Fujisawa con 13 fermate. Recentemente i suoi bellissimi vagoni d’epoca in legno sono stati rimpiazzati da altri piu’ moderni.
All’interno della citta’ di Kamakura si trovano 37 siti storici di alto interesse, tra i quali i cinque templi di Oji, le rovine di Yofukuji e Wakaejima .
L’accesso naturale alla citta’ di Kamakura e’ da due direzioni. Una e’ dal mare. All’estremo est della baia di Kamakura si trova l’unica isola artificiale del Giappone, Wakaejima. Quest’isola fatta di mucchi di rocce si rivela soltanto con la bassa marea. Un altro punto di accesso e’ dalle montagne attraverso numerosi sentieri sterrati. Queste strade furono strategicamente costruite strette e impervie per rendere difficile l’attacco in gruppo degli invasori. Queste strade chiamate Kiridoshi, formano una barriera naturale che proteggono l’intera regione di Kamakura.
(Rientrando a Tokyo in macchina se non e’ afoso – quindi non in estate- e’ possibile vedere il Fuji, che anche se lontano, sembra sempre essere alla fine della strada. Da mozzare il fiato)
Kamakura ha una storia vecchia oltre 100 anni come localita’ balneare ed e’famosa per le sue quattro spiagge. La stagione balneare va da giugno a fine agosto.
Numerosi sono gli event legati a questa stagione:Il primo giorno di apertura delle spiaggie si tiene una cerimonia al tempio per protezione dei viaggi in mare e sono mostrate numerosi esempi di operazioni di salvataggio.In luglio si tiene il carnevale dei kamakura con gare di sculture di sabbia che vengono illuminate di notte. Sulla spiaggia la sera si tengono anche concerti, creando un’ atmosfera davvero suggestiva.Il 10 di agosto e’ la serata dei fuochi d’artificio lanciati dalle barche attorno alla baia di kamakura visibili da Zaimokuza a Sakanoshita.
Se invece progettate di visitare il Giappone in inverno, nei villaggi di pescatori si tiene il cosiddetto Fumaoroshi, tradizionale evento legato all’anno nuovo (2 gennaio dalle 10 del mattino a Sakanoshita e il 4 di gennaio dalle 7 del mattino a Koshigoe) legato alla sicurezza in mare e alla pesca con lancio di mandarini dalle barche.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress