Isola di Malta: 5 luoghi da non perdere

Malta è una piccola isola nel Mar Mediterraneo che si trova a soli 80 km dalla costa della Sicilia. Vanta una storia di oltre 7000 anni che si rispecchia nei templi preistorici, nelle bellezze architettoniche, nelle scogliere ricche di fossili, nelle calette nascoste e nella fauna acquatica ricchissima che offre la possibilità di fare immersioni da brivido. Con un clima mite tutto l’anno, un basso tasso di criminalità, una popolazione cordiale, una grande varietà di ristoranti, bar, caffè e discoteche in cui divertirsi, è una località che va assolutamente vista almeno una volta nella vita. Ecco 5 luoghi che non vi potete perdere a Malta.

Mnajdra e Hagar Qim

Il tempio di Hagar Qim, che è stato costruito nel 1839, risale al 3600 – 3200 a.C. Questo edificio è molto imponente e domina il mare, oltre all’isola di Fifla. A soli 500 metri di distanza dal tempio di Hagar Qim, più verso la scogliera, si trova un altro tempio notevole, Mnajdra, inserito in una conca sopra le scogliere del sud. La zona circostante, che è tipica della gariga mediterranea, è spettacolare nella sua crudezza e nell’isolamento, che è stata designata patrimonio dell’Unesco. Mnajdra è probabilmente il più suggestivo di tutti i templi di Malta. Si tratta di un sito complesso costituito da tre templi che si affacciano su un cortile ovale. Il tempio più antico è un semplice edificio che risale al 3600-3200 a.C. Il più imponente dei templi Mnajdra è il terzo, con la sua facciata in gran parte intatta, costruito nel 3150-2500 a.C.

Ipogeo di Hal Saflieni

Questo edificio è stato scoperto nel 1902 su una collina che domina la parte più interna del Grand Harbour di La Valletta, nella città di Paola. L’Ipogeo è un’enorme struttura sotterranea che è stata costruita nel 2500 a.C. attraverso delle manovre ciclopiche necessarie per sollevare gli enormi massi di pietra calcarea. Forse in origine era un santuario, ma divenne una necropoli in tempi preistorici.

Gozo e Comino

Gozo e la piccola isola di Comino offrono una grande varietà di attività per residenti e visitatori e sono tra i migliori luoghi del Mediterraneo per il nuoto, lo snorkeling e le immersioni. Ci sono moltissime grotte da esplorare, come le famose Grotte di Calipso, splendide passeggiate da fare. Inoltre, si possono visitare i siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, le fortificazioni e l’architettura barocca dei Cavalieri di San Giovanni, i famosi Cavalieri di Malta. Per non parlare di un vivace calendario di eventi culturali dalla grande opera alle vivaci feste di paese.

Mdina

Con strade strette e acciottolate avvolte in un alone di mistero, Mdina riuscirà a portarvi lontano dal presente trasportandovi indietro nel tempo. Mdina era l’antica capitale di Malta, che ha visto un susseguirsi infinito di nomi diversi in base ai suoi governanti e al suo ruolo nell’arco di 4.000 anni dalla sua fondazione. Per lo più conosciuta come Città Nobile, questo nome le si addice molto dal momento che qui hanno abitato tutte le famiglie più nobili di Malta, alcune delle quali sono discendenti dei signori siciliani normanni e spagnoli che hanno fatto di Mdina la propria residenza nei secoli. Intraprendendo questo viaggio a ritroso nel tempo, scoprirete un sorprendente mix di architettura barocca e medievale nelle sue strade sempre più tortuose, meravigliosamente adornate e ben conservate, ricche di chiese, palazzi maestosi e mura fortificate che trasformano questa città silenziosa in un museo all’aperto.

Cattedrale di Mdina

Il tempo si ferma nelle strade strette della città medievale di Mdina, come se fosse umiliato dalla solenne maestosità della cattedrale del XVII secolo che lo prevarica. Progettata dall’architetto barocco avanguardista Lorenzo Gafà, questo edificio è unico nel suo genere ed è dedicato a San Paolo, il santo patrono di Malta. Affiancato da due campanili gemelli, l’imponente facciata color ocra della cattedrale si apre in uno spazio maestoso di marmo. La volta raffigura il naufragio di San Paolo a Malta, come viene descritto negli Atti, in un soffitto mozzafiato. Su una chiesa normanna devastata dal terremoto è stata costruita la cattedrale del XV secolo.

Vi è venuta voglia di visitare questa stupenda isola? Non vi resta che acquistare un volo per l’Aeroporto Internazionale di Malta o, in alternativa, prenotare un traghetto per Malta disponibile dai porti di Livorno, Pozzallo, Civitavecchia, Palermo e Catania.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress