I modi del Natale: Messico

Diverse settimane prima di Natale in ogni piazza delle città messicane compaiono bancarelle (puestos) riccamente decorate. La gente macina chilometri per raggiungere questi mercati coloratissimi, che offrono ogni sorta di prodotti, dal formaggio ai dolci sino a fiori come le orchidee e le poinsettias, le caratteristiche Stelle di Natale dal colore rosso vivo. La pianta è originaria del Messico e tradizione vuole sia stata usata come fiore natalizio per la prima volta nel XVII secolo dai missionari Francescani durante le celebrazioni religiose.

Un< leggenda sulle origini della poinsettia racconta che un bambino di nome Pablo si stava recando presso la chiesa del suo villaggio per vedere una rappresentazione della Natività, quando si accorse di non avere nulla da dare in offerta a Gesù Bambino. Scorse allora dei rami verdi al lato della strada e li raccolse come umili dono. Gli altri bambini cominciarono a deriderlo per la povertà del regalo, ma quando Pablo depose i rami sulla magiatoia, su ognuno di essi sbocciò un fiore rosso brillante a forma di stella.

La principale celebrazione del Natale in Messico è chiamata Las Posadas, in riferimento alle vicende di Maria e Giuseppe, alla ricerca di un’alloggio per dare alla luce il Salvatore. La processione inizia nove giorni prima di Natale, tanto quanto durò il viaggio da Nazareth a Betlemme. Le famiglie e gli amici si dividono in due gruppi: i pellegrini e gli affittuari .I pellegrini vagano di casa in casa chiedendo riparo e sono costantemente respinti dagli affittuari, sino a che non trovano una casa dove è custodita una rappresentazione della Natività. Qui vengono accolti con gioia, preghiere tradizionali e la festa con cibi e bevande ha inizio.
Tradizione tipica per i bambini è giocare alla “pignatta” cercando di rompere con un bastone, bendati, una pentola di coccio che contiene regali e giocattoli.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress