Granada e la sua mitica Costa Tropical

La Costa Tropical, ossia il litorale di Granada, si trova in una posizione eccezionale, nel sud della penisola iberica, nell’oriente andaluso, protetta dai venti del nord dalla Sierra Nevada. La zona si estenda tra Malaga ed Almeria, da La Rabita ad est, fino alla spiaggia di Herradura, nell’ovest.
In passato era considerata di grande importanza strategica, come testimoniano le numerose torri di vedetta e le fortezze, le più antiche delle quali risalgono all’ XI secolo.

In questi ultimi anni la città di Granada sta vivendo un vero e proprio boom turistico. Per fortuna, così come molte località spagnole, la fama del luogo non corrisponde a prezzi esagerati. Si possono prenotare vacanze tutto incluso a prezzi davvero interessanti. Ma quando vi accingete a prenotare ricordatevi del possibile, ulteriore risparmio, dato dai servizi di codice sconto come la sezione viaggi di Cuponation.

Arrivare in Costa Tropical, da dovunque si provenga, è un piacere per tutti i sensi, ma il primo a essere stimolato è la vista: bianco, azzurro, verde sono i colori dominanti di questa zona mediterranea. Il vivace traffico marittimo fa da sfondo ai porti dai quali, nei giorni più limpidi, si vede all’orizzonte l’Africa. La costa è servita da buone comunicazioni stradali, che la collegano a Granada e al suo aeroporto, così come ad Almeria e Malaga, nel litorale, una grande rete di strade provinciali, permette facili spostamenti.
Il clima della Costa Tropical è praticamente unico in Spagna, caratterizzato dai venti del nord Africa, dall’influsso del Mediterraneo e dalla protezione che forniscono le alte cime della Sierra Nevada. Oltre 320 giorni soleggiati in un anno, con una temperatura media durante i 12 mesi di 20 gradi circa, danno un’idea di quello che significa vivere qui. Fenici, romani, vandali, visigoti, otto secoli di dominio arabo: in questa porzione di Spagna la storia ha lasciato un segno del susseguirsi di dominazioni diverse nel melange di culture e popolazioni.
Balzano subito all’occhio, girando per le strade provinciali, coltivazioni tropicali come il mango, le pere avocado o la cerimoia, a pochi chilometri da un territorio alpino, e l’improvviso apparire della città di Salobrena, che si eleva sopra queste colture, sembra una cartolina dedicata alla storia e all’insolito, una delle caratteristiche della regione.

Il litorale, di oltre 100 km, si suddivide in grandi spazi, baie e piccole calette, in modo di poter soddisfare ogni esigenza turistica, compresa quella del turismo naturista. Qui si possono praticare tutti gli sport estivi, in quanto non mancano di certo le attrezzature. Il consiglio che vi diamo è quello di conoscere ed esplorare l’ambiente naturale della Costa attraverso uno dei tanti percorsi a cavallo, o in cima ad un picco, dopo una scalata guidata, per godere di un panorama straordinario.

I popoli che hanno abitato la zona nel corso dei secoli hanno lasciato tracce evidenti nelle tradizioni del paese.La produzione di tappeti, il merletto arabo, l’industria dei vimini, la lavorazione del cuoio conservano ancora tecniche primitive di esecuzione e per tramandare questi usi sono sorte scuole di apprendistato per le nuove generazioni. Quindi se siete in zona e pensate allo shopping, tenete conto che i prodotti che acquistate hanno una storia interessante alle spalle.

Sempre a proposito di tradizione, quella marinara è la base fondamentale della gastronomia della Costa. Pesce e molluschi fritti o alla brace, sono i cardini della cucina del litorale, così come i frutti tropicali, coltivati in loco. Da non perdere mai è l’abitudine del tapeo, i piccoli antipasti (tapas) che si possono spizzicare da un bar tipico all’altro. Altro piatto tipico è il “pescaito frito”, deliziosi pesciolini fritti che troverete nelle piccole trattorie sulla spiaggia, le chiringuitos.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress