Cosa visitare in un weekend a Milano?

Capitale della moda, dell’industria e della finanza italiana, polo economico tra i più importanti al mondo, Milano è prima di tutto una bellissima città d’arte. Scegliere di visitarla nel periodo estivo, quando le attività lavorative sono parzialmente in pausa, è certamente una buona idea. Se quindi avete deciso di concedervi un weekend di relax, da trascorrere visitando monumenti e musei, Milano di certo non vi deluderà.

milano2Per chi ha a disposizione solo due giorni di vacanza è importante riuscire ad organizzare al meglio il tour della città, per non correre il rischio di perdere attrazioni importanti. Il primo passo da fare è prenotare una stanza in uno dei tanti hotel di Milano. Tra alberghi lussuosi, bed and breakfast, pensioni e soluzioni più economiche, avrete di che sbizzarrirvi. Non preoccupatevi troppo di scegliere un albergo in centro. La città è infatti ottimamente servita da autobus e metropolitana, che vi consentiranno di spostarvi senza problemi da un capo all’altro. Per trovare la soluzione a voi più conveniente e conoscere tariffe e offerte, potreste consultare un sito di vacanze come Expedia.it. Se riuscite ad accaparrarvi un albergo vicino alla stazione o nei pressi del centro turistico, tanto meglio.

Cosa vedere, dunque, a Milano? Anche in questo caso avrete l’imbarazzo della scelta. Avendo a disposizione poco tempo è ovvio che dovrete dare la precedenza alle attrazioni più importanti. Se non siete mai stati a Milano, fate dunque la vostra prima tappa presso Piazza del Duomo, dove si trova la Basilica di Santa Maria Rinascente. Il Duomo di Milano, forse il più celebre d’Italia, fu costruito tra Quattrocento e Cinquecento, seguendo un chiaro stile gotico e neoclassico. Si tratta di una delle chiese più imponenti al mondo, alla cui progettazione lavorano decine di architetti. Non a caso Mark Twain, grande scrittore e attento viaggiatore, scrisse che «Il Duomo, simbolo per eccellenza di Milano, è la prima cosa che cerchi quando ti alzi al mattino e l’ultima su cui lo sguardo si posa la sera. Si dice che il Duomo di Milano venga solo dopo San Pietro in Vaticano. Non riesco a capire come possa essere secondo a qualsiasi altra opera eseguita dalla mano dell’uomo». Non abbiate alcun dubbio, dunque, di trovarvi dinanzi ad un capolavoro unico al mondo.

Percorrete la suggestiva Galleria Vittorio Emanuele III e, se lo desiderate, fermatevi ad acquistare qualche souvenir o a mangiare qualche leccornia del posto in uno dei tanti ristoranti che troverete sulla strada. Alla fine del percorso raggiungerete il Teatro alla Scala, altro importante edificio milanese. Collocata sull’omonima piazza, la Scala di Milano è senza alcun dubbio uno dei teatri più conosciuti al mondo. Tra i più grandi artisti che si sono esibiti su questo palco prestigioso ricordiamo Maria Callas, Renata Tebaldi, Beniamino Gigli, Joan Sutherland, Montserrat Caballé e, tra i direttori d’orchestra, Daniel Barenboim, Riccardo Muti e Claudio Abbado. Tra gli scenografi più importanti non possiamo non citare Pablo Picasso, Marc Chagall e Giorgio de Chirico.

Presso Piazza Sant’Ambrogio, poco distante dalla storica Università Cattolica del Sacro Cuore, troverete l’antico refettorio della Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Mai come in questo caso, tra i visitatori vedrete sì devoti e pellegrini ma, soprattutto, appassionati di arte. Il refettorio ospita infatti una delle opere pittoriche più famose al mondo, la cui importanza storica ha fatto sì che l’Unesco la dichiarasse un patrimonio dell’umanità. Parliamo del Cenacolo di Leonardo da Vinci, un dipinto parietale del Quattrocento che raffigura l’episodio biblico dell’ultima cena. Poco distante potrete anche ammirare la Basilica di Sant’Ambrogio, un edificio in stile romanico lombardo, considerato uno dei luoghi di culto più importanti di Milano.

Terminate il vostro breve viaggio nella “capitale del nord” presso il Castello Sforzesco, uno dei simboli della città. Nel caso in cui vi rimanesse un po’ di tempo vi consigliamo, infine, di non perdervi la Pinacoteca di Brera, una delle gallerie d’arte più famose al mondo. Se non riuscirete a vederla vi sarete guadagnati un buon motivo per tornare a Milano.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress