Borghi Toscani: Ortignano Raggiolo

Borghi montani e folti castagneti nella splendida valle del torrente Teggina.
Con i suoi monti, le valli e le vaste foreste, il Casentino offre ai visitatori una cornice ideale per soggiorni di svago. La natura rigogliosa di questi luoghi attrae gli amanti del trekking, mentre i borghi che numerosi costellano la vallata narrano storia e tradizioni del territorio.
Protesi sul corso del torrente Teggina, Ortignano e Raggiolo sono due tipici centri d’altura, che da tempo immemorabile vedono riuniti i propri confini in un’unica giurisdizione.

Acciottolati ripidi e stretti separano il nucleo compatto delle abitazioni, rustiche dimore in pietra addossate le une alle altre sul fianco della montagna. Splendidi panorami si ammirano da Ortignano, con vista sui boschi e sui castelli circostanti. Ai piedi di Raggiolo, invece, le antiche strutture dei mulini ad acqua costeggiano il torrente, scavalcato da vetusti ponti, segno della vecchia viabilità locale.
Di grande interesse è l’Ecomuseo della Castagna, che celebra il frutto più abbondante di queste terre. Folti castagneti ammantano la zona oggi come in passato, ricordando l’importanza di questa pianta nell’economia del posto. Al castagno raggiolano, caratteristica varietà del luogo, era legato un complesso ciclo produttivo, con varie fasi di potatura, raccolta e seccatura. Le castagne venivano infatti trattate per ottenere farina, adatta ad una lunga conservazione. Inoltre, il legno ricavato dall’albero era ottimo per fabbricare mobili e per produrre carbone.
Il percorso museale guida dunque alla scoperta degli attrezzi e delle tecniche tradizionali, con suggestive ricostruzioni di ambienti e di attività.

Monumenti

  • Chiesa dei SS. Matteo e Margherita (Ortignano)
  • Chiesa di S. Michele (Raggiolo)
  • Ecomuseo della Castagna
You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress