Belize City: scopriamola insieme

Lo scenario di questa suggestiva terra, il Belize, lo si può vivere a pieno in ogni angolo del suo piccolo territorio, oppure tra la gente del posto che si concentra prevalentemente intorno a Belize City. Questo centro abitato da circa 65.000 persone, è quasi una città, e anche se non è la capitale dello Stato, è comunque il punto di riferimento più importante di tutto il Belize. Belize City si presenta come un insieme variegato e multicolore di abitazioni di legno rialzate da delle strutture che le difendono dall’umidità e dalle piogge tropicali. Introno a questi “appartamenti” piuttosto caratteristici si trovano numerose grandi cisterne per la raccolta delle acque piovane che riempiono i pochi spazi rimasti tra le stipate abitazioni.

Bagnata dall’Haulover Creek, un ramo del Belize River e posta proprio di fronte al Mar dei Caraibi, Belize City ha nell’acqua il suo elemento dominate che l’avvolge e la minaccia costantemente. Capitale dello Stato fino al 1970, più volte distrutta dai frequenti e violenti uragani che infieriscono su questa parte della costa caraibica, Belize City è una città in costante movimento. Belize City è dominata da una gioventù tumultuosa (il 64 per cento della popolazione ha meno di 24 anni), e in gran parte disoccupata, questa vive il tempo in maniera disincantata e coltiva il sogno del mito americano che solo per alcuni fortunati diventa realtà. Questo fatto incide nettamente sulla vita del centro abitato, tanto che i fenomeni di micro-criminalità non riescono ad essere del tutto marginati da una pur attenta sorveglianza. Purtroppo qui i narco-trafficanti colombiani hanno posizionato le loro basi di smistamento verso gli Stati Uniti, e questo elemento non fa certamente onore ad una terra che meriterebbe una fama migliore. Nonostante tutto, il turista non rimane deluso dalla visita della città. Si può iniziare da Swing Bridge. Il ferro del ponte viene direttamente da Liverpool e risale al 1923. Il ponte rimane aperto dalle 5:30 alle 17:30 per consentire alle imbarcazioni con una alta alberatura di passare le acque limacciose dell’Haulover Creek. Al tramonto è meglio cambiare zona per evitare di essere infastiditi da gente poco raccomandabile. Proseguendo verso Regent Street si può giungere fino al Mercato Cittadino, eretto nel 1820. Sebbene molti commercianti si siano trasferiti in una zona più moderna, il mercato è sempre molto animato e si può trovare del buon pesce e dell’ottima frutta esotica. A poca distanza si trova la Court House, sede del Palazzo di Giustizia che fu costruito dagli inglesi nel 1926. A Central Park, protetti dall’ombra degli alberi, si svolgono ogni giorno, gli spettacoli dei più famosi animatori locali, personaggi davvero singolari! Lungo la Sauthern Foreshoe si trova il Bliss Institute, sede del National Arts Council e della National Library. Infondo alla via sorge la Government House, il Palazzo del Governo, residenza del governatore britannico dal 1814 al 1981. Al di là del Swing Bridge si trovano ancora molte case ben tenute in legno d’epoca. Il quartiere di Fort George è la zona “bene” della città, con sontuose ville vittoriane e alberghi di lusso, meta preferita da un turismo ricco e prevalentemente nordamericano. Sulla punta estrema si trova il monumento al barone Bliss, e il vecchio Faro di Fort George.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress