Atene fra arte e storia

Atene è indubbiamente la méta di un viaggio affascinante, dal punto di vista storico, artistico, culturale, verso la madre della civiltà che indubbiamente ci è stata forte ed influente nutrice. Fa un certo effetto pensare che si visita una città già abitata 7000 anni fa, ora certo con tutte le contraddizioni di una metropoli che cerca di trovare una nuova identità, attraverso una serie di imponenti opere. Gli hotel ad Atene offrono discontinuità di qualità e giudizi, dove possiamo passare da ottime a scarse strutture ricettive. Per questo è importante confrontare i giudizi degli utenti nei portali specializzati e nel frattempo rintracciare offerte di hotel particolarmente allettanti. Nonostante la bellezza dei luoghi e della storia tra i consigli per turisti occorre inserire i problemi dell’Atene moderna alle prese con una grave crisi economica.

Ma anche il traffico caotico e l’urbanizzazione sfrenata non riescono a scalfire il sentimento che questa è la città del Partenone, dell’ Acropoli e dell’Agorà, dove è nato il concetto di democrazia e dove hanno vissuto Socrate, Aristotele e Platone. Atene e il suo spirito sono intrisi di migliaia di anni di storia, presenti nei reperti archeologici, negli oggetti, integrati (come nel caso delle stazioni della nuova metro) nel moderno tessuto civile e urbano.
Dominata dall’affascinante sagoma dell’Acropoli è la città dove il tempo sembra essersi fermato ed un momento dopo la confusione delle vivaci Plaka e Monastiraki, le zone abitate più vecchie della metropoli europea. Ma sicuramente è un viaggio che vale e che lascia qualcosa dentro l’anima.

Pillole di storia
Abitata da qualcosa come sette millenni, Atene è indubbiamente la culla della civiltà europea. Il suo periodo di massimo splendore risale al V secolo a.C. quando la città dominava buona parte del Mediterraneo. In questo periodo furono realizzati, nella parte meridionale della città, gli edifici dell’Agorà e dell’Acropoli, tra cui il famoso Partenone per celebrare una grandezza politica, economica e culturale che sembrava non dovesse avere mai fine. Invece inutili e fratricide lotte con Sparta e l’avanzare dell’egemonia romana ridussero ben presto Atene e l’intera Grecia ad una provincia dell’Impero. In epoche successive, Atene non recitò un ruolo di primo piano nelle vicende storiche mondiali e subì diverse dominazioni straniere, soprattutto quella turca. Nel 1800 circa la città vide un nuovo sviluppo quando Ottone di Prussia ne fece la nuova capitale della Grecia. Atene venne riprogettata in stile europeo dagli architetti tedeschi del sovrano, con larghi boulevards fiancheggiati da alberi come il Panepistimiou e l’Akadimias, lungo i quali sorsero numerosi edifici pubblici e palazzi in stile neoclassico. E’la parte settentrionale dell’odierna Atene, con eleganti edifici oggi occupati da grandi banche, ambasciate e pubbliche istituzioni come l’Università e la Biblioteca Nazionale.
L’Atene moderna è invece rappresentata dalla raffinata area residenziale di Kolonaki, situata nella parte nord del centro città, come l’area che circonda Patriarchou Ioakeim e Irodotou, ricca di negozi splendidi e locali di intrattenimento, In questa zona si trovano quasi tutti i musei più importanti, in cui ripercorrere la lunga storia della città.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress