5 spiagge da non perdere nel Sud Est Asiatico

Backpacker e turisti di ogni età: state progettando di esplorare il Sudest asiatico?
Cinque spiagge per quattro paesi assolutamente da non perdere. Thailandia, Filippine, Indonesia e Malesia vi promettono paesaggi da cartolina e spiagge incontaminate.
Koh Lanta Yai, Thailandia.
Meta che non manca mai sulla lista di ogni backpacker che si rispetti, Koh Lanta Yai è famosa per le sue spiagge dorate, che si allungano sul litorale occidentale dell’isola.

Meno conosciuta della vicina Koh Phi Phi, Koh Lanta Yai è meno frenetica e le spiagge non soffocano di turisti. La lista delle attività – sport acquatici e non – è lunghissima, ma se siete tra quelli che non si accontentano, potrete sempre “affittare” un elefante e salire in cima alla montagna. Koh Lanta Yai è anche Parco Nazionale.
Boracay Island, Filippine
Un paradiso tropicale lungo nove chilometri e largo uno; dieci spiagge per stendere l’asciugamano, legare l’amaca, insomma realizzare il sogno della vacanza nel “paradiso terrestre”: Boracay ha tutto il necessario, dalla classica palma di cocco alle acque color smeraldo, passando naturalmente per la spiaggia di sabbia dorata. White Beach è la più famosa; dirigetevi invece verso Cagban, Bungayan oppure Manoc Manoc per ritagliarvi la vostra oasi di pace.
Nusa Lembongan, Bali, Indonesia
Nusa Lembongan è un’isoletta di 8 km quadrati al largo di Bali. La spiaggia più famosa si chiama “Dream Beach” e il nome parla da sé. La spiaggia omonima (Nusa Lembongan ) è famosa per lo snorkeling, quella di Canggu per il surf; tutta l’isola è nota per gli spettacolari tramonti, che tingono mare e cielo di un arancione intenso. Non limitatevi a stare sdraiati al sole: esplorate la foresta di mangrovie, camminate sul ponte sospeso, meditate al tempio hindu di Punkak Sari e fermatevi ad osservare le onde che si infrangono sugli scogli di Devil’s Tear.
Nai Yang, Phuket, Thailandia
Phuket non poteva mancare nella top 5; Nai Yang è una striscia di sabbia che, insieme a Mai Khao, si estende per 10km lungo il Parco Nazionale di Sirinath. Nonostante ormai alcune zone di Phuket siano assalite dai turisti, Nai Yang è il posto ideale per rilassarsi, sdraiarsi al sole e non pensare a nulla.
Langkawi, Malesia
Langkawi è il paradiso tropicale per antonomasia. Le spiagge sono incorniciate da una vegetazione lussureggiante, la sabbia è bianca e fina; immancabili, palme di cocco ed acque trasparenti. Come se non bastasse, l’isola è una miniera di risorse per il viaggiatore: osservate da vicino la fauna locale, sia all’aperto che in appositi centri – come il Bird Paradise o la Crocodile Farm; visitate l’acquario più grande della Malesia, oppure salite in cima alla montagna con la cable car, per una corsa che vi terrà con il fiato sospeso fino in cima.
Autore: eNoleggioauto

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress